Webinar – Proporre previdenza complementare a un libero professionista

 

Webinar è un seminario interattivo on line che permette a più persone di seguire una lezione direttamente dal computer di casa in una data e ora stabilita. 

La durata, in genere, è compresa tra i 60 e 90 minuti. 

 

Come funziona?

 

Partecipare a un webinar è semplicissimo, non occorre alcuna competenza tecnica. E' sufficiente collegarsi da un computer con accesso a internet.

Una volta effettuato l'acquisto, compilando il modulo di iscrizione, riceverai una mail contenente il link di accesso. Ti ricordiamo che il link sarà attivato un'ora prima dell'inizio del webinar.

 

Perché è interattivo?

 

Durante il webinar potrai inviare le tue domande al docente utilizzando la chat: le domande saranno raccolte e il docente risponderà "live" a quelle di interesse comune.

 

Posso avere le slide?

 

I materiali della sessione formativa saranno messi a disposizione dei partecipanti con invio alla loro mail entro 24 ore dalla fine dell'incontro.

 

E' possibile ricevere crediti formativi?

 

Su richiesta, saranno rilasciati crediti formativi ai fini IVASS per la durata del webinar.

Per ottenere i crediti formativi e ricevere l'attestato dovrai rimanere collegato in diretta per tutta la durata dell'evento e rispondere al test finale.

 

webinar 31 gennaio 2019

Gran parte delle Casse di previdenza professionale hanno inserito nei loro regolamenti previdenziali la possibilità, per gli iscritti, di versare contributi previdenziali aggiuntivi su base volontaria, al fine di incrementare il proprio montante contributivo e, quindi, la futura pensione.
Dopo un inizio “stentato”, anche a causa della crisi, gli iscritti hanno iniziato, in percentuali crescenti ad avvalersi di questa possibilità in percentuali che cominciano a raggiungere la “doppia cifra”: grazie all’informazione ed al sostegno, talvolta anche “psicologico” dei loro enti previdenziali di riferimento. 

Quali sono le Casse di previdenza che incentivano la contribuzione facoltativa?

In che modo può essere attuata?
Quale e quanta integrazione pensionistica garantisce?

Ci sono alternative più efficienti?

 

Obbiettivo

 

Tradurre i cambiamenti introdotti dalle Casse professionali a seguito della riforma Fornero in opportunità commerciali per la vendita di previdenza complementare ai liberi professionisti.

 

Descrizione

 

A seguito delle riforme previdenziali succedutesi, da ultimo, a partire dal 2012, quasi tutte le Casse professionali sono passate dal sistema di calcolo pensionistico retributivo al – meno generoso – sistema contributivo. 
Questo passaggio si è reso necessario per assicurare la sostenibilità previdenziale di lungo periodo, posto che – a differenza delle gestioni pubbliche – la normativa vigente impone a ciascuna Cassa di assicurare l’equilibrio tra entrate contributive e spese per prestazioni su un orizzonte temporale a 50 anni. 

Tuttavia, l’applicazione del sistema di calcolo contributivo in regimi che prevedono aliquote contributive relativamente basse applicate dalle Casse (mediamente intorno al 14% del reddito professionale netto), comporta rilevanti problemi di adeguatezza delle prestazioni erogate: particolarmente in prospettiva, quando le nuove leve previdenziali si vedranno erogati trattamenti integralmente computati con tale sistema e non con l’odierno sistema misto.

Alla luce di quest’ultima circostanza, negli anni gran parte delle Casse professionali hanno introdotto nei loro regimi previdenziali, a valle di adeguate e preventive campagne di informazione verso gli iscritti, forme di contribuzione volontaria attraverso le quali gli iscritti possano, anche solo saltuariamente, incrementare i propri montanti contributivi e con essi, pro quota, la loro futura pensione.

 

Contenuti

 

  1. Il sistema previdenziale dei liberi professionisti
  2. l’impatto della riforma Fornero sulle Casse professionali: analisi comparativa prima e dopo
  3. la contribuzione obbligatoria
  4. il contributo modulare: chi, come, quanto
  5. l’integrazione pensionistica modulare: importo e fiscalità
  6. le alternative di soluzione più efficienti
  7. analisi di casi con esempi numerici

Quando

07 febbraio 2019

 

Orario

14,30 – 16,00

 

Quota complessiva di adesione

€ 30,00

 

attenzione:la quota di adesione deve essere versata contestualmente all'iscrizione

 

Termine iscrizioni

30 gennaio 2019

 

Pagamento

  • bonifico bancario con invio della copia dell'avvenuto pagamento
  • carta di credito, in questo caso non è necessario alcun invio della copia di pagamento

Crediti formativi

 

La partecipazione al seminario dà diritto a un credito formativo ai fini IVASS di 90 minuti.

 

attenzione: per ottenere il credito formativo e ricevere l'attestato dovrai rimanere collegato in diretta per tutta la durata del seminario e superare il test finale.