Webinar – Le soluzioni per la protezione e la previdenza

 

Webinar è un seminario interattivo on line che permette a più persone di seguire una lezione direttamente dal computer di casa in una data e ora stabilita. 

La durata, in genere, è compresa tra i 60 e 90 minuti. 

 

Come funziona?

 

Partecipare a un webinar è semplicissimo, non occorre alcuna competenza tecnica. E' sufficiente collegarsi da un computer con accesso a internet.

Una volta effettuato l'acquisto, compilando il modulo di iscrizione, riceverai una mail contenente il link di accesso. Ti ricordiamo che il link sarà attivato un'ora prima dell'inizio del webinar.

 

Perché è interattivo?

 

Durante il webinar potrai inviare le tue domande al docente utilizzando la chat: le domande saranno raccolte e il docente risponderà "live" a quelle di interesse comune.

 

Posso avere le slide?

 

I materiali della sessione formativa saranno messi a disposizione dei partecipanti con invio alla loro mail entro 24 ore dalla fine dell'incontro.

 

E' possibile ricevere crediti formativi?

 

Solo se prevista e su richiesta, saranno rilasciati crediti formativi ai fini IVASS per la durata del webinar.

Per ottenere i crediti formativi e ricevere l'attestato dovrai rimanere collegato in diretta per tutta la durata dell'evento e rispondere al test finale.

 

webinar-2020-06-16

La protezione è sicuramente un’esigenza da affrontare prima della previdenza perché il danno economico provocato è certamente molto più alto di quello provocato da un basso assegno pensionistico futuro. È quindi importante saper individuare le soluzioni più coerenti oltre che quantificare il rischio.

Quando si parla di previdenza sembra che l’unica soluzione possibile sia quella di un fondo pensione/PIP perché si tende ad esaltare il beneficio fiscale. Ci sono tuttavia altre possibili alternative per costruirsi una rendita integrativa, alternative che hanno caratteristiche diverse tra loro e che, di conseguenza, soddisfano esigenze/aspettative differenti.

Il mancato beneficio fiscale è compensato da una serie di caratteristiche che il fondo pensione/PIP non può soddisfare. Offrire al cliente alternative per la sua esigenza previdenziale è professionalmente corretto, lasciando a lui la decisione in base alla sua personale situazione ed alle sue aspettative.

 

Obbiettivo

Essere in grado di analizzare e quantificare il rischio pensione a oggi: protezione e quello futuro: previdenza.
Saper individuare le soluzioni coerenti per la protezione.
Essere in grado di analizzare e quantificare il rischio pensione futuro: prestazione di vecchiaia e anticipata.
Saper fare un’analisi comparativa tra le possibili alternative di soluzione: fondo pensione/PIP, polizza vita di ramo primo, polizza vita di ramo terzo.

 

 

Descrizione

 

Oltre ad analizzare singolarmente le tre opzioni attraverso un attento approfondimento di ciascuna, il webinar propone lo studio di casi concreti che saranno analizzati durante l’incontro, questo per permettere un miglior apprendimento della materia da parte dei partecipanti.

 

Contenuti

 

  1. La protezione – pensione di invalidità, inabilità e ai superstiti: analisi, quantificazione e soluzioni
  2. La pensione di vecchiaia e anticipata: quali alternative di soluzione
  3. L’integrazione pensionistica con il fondo pensione/PIP
  4. L’integrazione pensionistica con una polizza vita di ramo primo a premio annuo
  5. L’integrazione pensionistica con una polizza vita di ramo primo a premio ricorrente
  6. L’integrazione pensionistica con una polizza di ramo terzo a premio ricorrente
  7. Esigenze/aspettative del cliente e soluzione più coerente

 

Quando

16 giugno 2020

 

Orario

14,30 – 16,00

 

Quota complessiva di adesione

€ 30,00

 

La quota di adesione deve essere versata contestualmente all'iscrizione

 

Termine iscrizioni

15 giugno 2020

 

Pagamento

  • bonifico bancario con invio della copia dell'avvenuto pagamento
  • carta di credito, in questo caso non è necessario alcun invio della copia di pagamento

    Questo webinar è limitato a un numero massimo di 25 partecipanti e non prevede la certificazione delle ore IVASS