Sempre più welfare aziendale in futuro

welfare aziendaleProtezione della persona e garanzia di un adeguato tenore di vita in età pensionabile. Parliamo di “welfare integrato“, un bisogno sempre più crescente quando, come sta avvenendo anche nel nostro Paese, lo Stato non è più in grado di garantire coperture adeguate.

Proteggersi dal rischio di gravi malattie, infortuni e premorienza, poter disporre in tempi brevi di strutture per effettuare esami medici e visite specialistiche, garantirsi un tenore di vita decoroso al termine della propria vita lavorativa rappresentano sicuramente i bisogni più sentiti dalle persone.

Nonostante il bisogno sia sentito, a questo non corrisponde il ricorso ad una soluzione, solo un terzo della popolazione ha infatti sottoscritto una copertura assicurativa in tal senso. Sicuramente c’è necessità di informazione sul tema della protezione e della previdenza ma anche i datori di lavoro possono svolgere un ruolo importante per colmare il gap.

In materia di sanità, lo scorso anno gli italiani hanno speso mediamente 1.400 euro di tasca propria per ricorrere a cure mediche ed è in aumento il numero di coloro che rinunciano alle cure. Aumenta la consapevolezza sul diminuito sostegno che arriva dal settore pubblico e si fanno avanti formule private incentivate per i lavoratori. La legge di Stabilità di quest’anno ha potenziato le agevolazioni fiscali per le aziende che investono in welfare aziendale. Il Governo conferma un trend emerso anche dai risultati di una ricerca di Zurich “Income Protection Gap Study 2016″ che rivela che il 56% degli italiani preferirebbe un pacchetto di benefit con coperture assicurative rispetto ad un aumento di retribuzione, anche perché è diminuita l’aspettativa del sostegno da parte dello Stato.

Welfare aziendale

In Italia il welfare aziendale è presente per lo più nelle multinazionali: c’è quindi un importante bacino di aziende che deve ancora sviluppare un sistema di benefit aziendali. Proporre ai dipendenti un pacchetto di coperture comprensivo di protezione, rimborso spese sanitarie e previdenza integrativa fa crescere significativamente il livello di soddisfazione da parte dei dipendenti.

E’ evidente che ogni realtà aziendale è differente e deve quindi essere analizzata per poter costruire un prodotto/soluzione adatto agli obiettivi strategici che si è posta. L’evoluzione delle offerte di protezione e previdenza andrà quindi di pari passo con con una grande flessibilità nell’offrire alle aziende pacchetti studiati su misura per i propri dipendenti, con i quali occorrerà confrontarsi per capirne le esigenze e valorizzare l’impegno aziendale nei loro confronti.

Informazione e consapevolezza

Sicuramente è necessario informare e sensibilizzare il dipendente sul tema della protezione, salute e previdenza. E’ necessario agire su più fronti per colmare il gap in termini di sottoassicurazione, soprattutto sul fronte della protezione e, in questo contesto, le aziende sono chiamate a svolgere un ruolo fondamentale per sostenere i loro dipendenti e le rispettive famiglie nel momento del bisogno.

 

Lascia un commento