Previdenza Obbligatoria

L’importo delle future pensioni dei nostri figli sarà determinato esclusivamente dal sistema di calcolo contributivo, basato sui contributi versati nell’arco di tutta la vita lavorativa. Tuttavia, prima che il sistema contributivo diventi l’unico utilizzato (all’incirca nel 2040) c’è un ulteriore sistema di calcolo in vigore, chiamato “misto“, per il quale l’importo della pensione è determinato [...]

Chi ha in programma, dopo aver maturato la pensione, di riprendere il lavoro in azienda o di dedicarsi a un’attività autonoma, ha spesso un dubbio: posso farlo e continuare a prendere la pensione? Dal 2009 il divieto di cumulo pensione/reddito da lavoro resta solo sui trattamenti pensionistici d‘invalidità, essendo stato abolito sulle pensioni di vecchiaia [...]

 Sono fondi pensionistici che sostituiscono o integrano l’assicurazione generale obbligatoria (AGO) dell’INPS. Com’è noto il nostro ordinamento previdenziale prevede che tutti i lavoratori dipendenti – sia privati che pubblici – e tutti gli autonomi siano iscritti per legge a un ente di previdenza obbligatorio. Gli enti a cui un lavoratore può essere iscritto sono:AGO – [...]

La Gazzetta Ufficiale del 6 luglio scorso ha pubblicato i nuovi coefficienti di trasformazione che entreranno in vigore a partire dal 2016 per determinare l’importo delle pensioni contributive, contenuti nel decreto del Ministero del Lavoro 22 giugno 2015. La nuova revisione comporterà una diminuzione di circa due punti percentuali della pensione rispetto al 2015.Si tratta [...]

La legge sul welfare n. 247/2007, in vigore dal 1° gennaio 2008, rende più interessante il riscatto della laurea ai fini della pensione. Le principali novità vengono riassunte nel seguente schema: L’onere da sostenere è determinato dall‘aliquota obbligatoria dei lavoratori dipendenti (33%) da applicare al “minimale di reddito per i commercianti” (per il 2015 pari [...]

Si tende, in generale, a pensare che la pensione dei militari sia “agevolata” rispetto ad altre categorie di lavoratori. In effetti il decreto legislativo n. 165/1997 riconosce una serie di agevolazioni che si estendono anche alla modalità di calcolo della pensione. Ma si tratta di benefici che risalgono al passato e che sono stati ridimensionato [...]

Domanda:Mariarosa. Sono nata il primo maggio 1953 e ho 28 anni di contributi. Oltre a questi 28 anni, ho 156 settimane di contributi della mobilità. Queste settimane vanno conteggiate nel calcolo della pensione o soltanto per quanto riguarda il diritto? Vorrei sapere quanti contributi ho in totale per il diritto alla pensione. Grazie se mi [...]

In caso di morte di un lavoratore, non ancora titolare di pensione, viene riconosciuta la pensione superstiti indiretta ai beneficiari se la persona deceduta era in possesso dei requisiti contributivi:almeno 15 anni versati in tutta la vita lavorativa;oppurealmeno 5 anni di cui 3 nel quinquennio precedente la data della morte.Qualora non sussistano i requisiti contributivi, [...]

Il lavoratore che cessa o interrompe l’attività lavorativa, per aumentare l’anzianità contributiva ai fini della pensione, può chiedere di versare la contribuzione volontaria, presentando apposita domanda all’Ente previdenziale d’iscrizione.RequisitiPer essere ammessi alla contribuzione volontaria è necessario possedere il seguente requisito contributivo:almeno tre anni di contribuzione nel quinquennio precedente la domanda;in alternativa:almeno cinque anni di contribuzione in [...]

La riforma del 2011 ha confermato la disciplina dei requisiti anagrafici agli incrementi della speranza di vita per il diritto alla pensione di vecchiaia introdotti dalla legge n. 122/2010.Il D.M. del 6 dicembre 2011 ha fissato l’incremento di 3 mesi dei requisiti a partire dal 1° gennaio 2013. Gli adeguamenti successivi saranno nel 2016 e [...]

1 2 9 10 11 12