Previdenza Obbligatoria

La pensione ai superstiti è una prestazione che viene erogata al coniuge superstite del lavoratore (indiretta), pensionato (reversibile) deceduto. Si tratta di una prestazione che spetta sempre al coniuge nella misura del 60% della pensione maturata dal defunto.La pensione superstiti è riconosciuta in base al rapporto matrimoniale civile. In caso di separazione consensuale al coniuge [...]

Dal 1° gennaio 2011, l’articolo n. 18 della legge 111/2011, prevede che la percentuale della pensione spettante al coniuge superstite (60%) di un lavoratore iscritto nell’ambito del regime dell’AGO e delle forme esclusive o sostitutive nonché della Gestione Separata INPS subisca una riduzione in misura pari al 10% in ragione di ogni anno di matrimonio [...]

Tra le tante incongruenze e discriminazioni del nostro sistema previdenziale analizziamo in questo articolo la posizione di una lavoratrice che abbia una contribuzione mista: parte nell’AGO (Assicurazione Generale Obbligatoria dei lavoratori dipendenti e autonomi) e parte nella Gestione Separata e che intenda esercitare l’opzione donna. Riassumiamo prima, brevemente, di cosa si tratta. L’opzione donna è [...]

La Gazzetta Ufficiale del 6 luglio 2015 ha pubblicato il decreto 22 giugno 2015 con il quale sono stati rivisti i coefficienti di trasformazione del montante contributivo (il totale dei contributi versati e rivalutati) per il calcolo della quota di pensione contributiva. I nuovi coefficienti sono validi per tutte le quote di pensione maturate nel [...]

Perché è fondamentale conoscere la differenza tra PIL nominale e PIL reale quando si parla di pensioni? Semplice, perché nel sistema di calcolo della pensione contributivo il PIL è il parametro utilizzato per determinare, al 31 dicembre di ogni anno, il tasso di capitalizzazione dei montanti contributivi, in pratica il rendimento della pensione futura.In genere, [...]

Per stabilire le aliquote contributive dovute da artigiani e commercianti nel 2015  si applica l’articolo 24, comma 22 del Decreto legge 201/2011, in base al quale è sto previsto un primo aumento di 1,3 punti percentuali a partire dal 1° gennaio 2012, e successivamente incrementi di 0,45 punti percentuali ogni anno fino a raggiungere il [...]

Lavoro all’estero

Cosa succede alla pensione se si va a lavorare all’estero? Il nostro Paese, oltre all’Unione Europea, ha stipulato diversi accordi in materia di pensioni, con altre nazioni per i nostri connazionali che si recano a lavorare all’estero.Contributi in più PaesiIn Italia per aver diritto alla pensione di vecchiaia sono necessari almeno 20 anni di contribuzione, [...]

E’ sempre vero che il sistema di calcolo retributivo è migliore rispetto a quello contributivo? Ci sono dei casi in cui anche il sistema contributivo può determinare un importo di pensione che non si allontana da quello retributivo?Il Centro Studi Impresa Lavoro ha pubblicato un articolo di Infoprevidenza sul tema.Per scaricare il PDF dell’articolo clicca [...]

L’importo delle future pensioni dei nostri figli sarà determinato esclusivamente dal sistema di calcolo contributivo, basato sui contributi versati nell’arco di tutta la vita lavorativa. Tuttavia, prima che il sistema contributivo diventi l’unico utilizzato (all’incirca nel 2040) c’è un ulteriore sistema di calcolo in vigore, chiamato “misto“, per il quale l’importo della pensione è determinato [...]

Chi ha in programma, dopo aver maturato la pensione, di riprendere il lavoro in azienda o di dedicarsi a un’attività autonoma, ha spesso un dubbio: posso farlo e continuare a prendere la pensione? Dal 2009 il divieto di cumulo pensione/reddito da lavoro resta solo sui trattamenti pensionistici d‘invalidità, essendo stato abolito sulle pensioni di vecchiaia [...]

1 2 8 9 10 11 12