Contributi

Le prestazioni di invalidità e inabilità, nelle gestioni INPS, richiedono sempre due requisiti specifici:   requisito sanitario   per l’assegno ordinario di invalidità la perdita di almeno due terzi della capacità a svolgere il proprio lavoro e per la pensione di inabilità la perdita totale a svolgere qualsiasi attività (questo è il motivo per cui [...]

  La Circolare 6/2020 dell’Inps ha incluso anche i lavoratori più anziani che si sono iscritti all’università prima del 1° gennaio 1996. A patto però di accettare un assegno interamente calcolato con il sistema contributivo.   L’apertura offerta dalla Circolare Inps 6/2020 sta aprendo nuovi scenari al riscatto agevolato della laurea estendendo la possibilità del [...]

Non solo Unione Europea…… l’Italia ha stipulato accordi in materia di sicurezza sociale anche con molti altri Stati che hanno visto un sensibile flusso migratorio dei nostri connazionali: ecco cosa bisogna sapere sul lavoro all’estero.   Per quanti hanno lavorato all’estero possono sorgere domande in merito al raggiungimento della pensione: i contributi versati all’estero valgono [...]

La totalizzazione è un istituto, alternativo alla ricongiunzione e al cumulo, che permette a tutti i lavoratori che hanno versato contributi previdenziali in due o più casse, gestioni o fondi di riunirli in per ottenere un’unica pensione finale di vecchiaia, anticipata, inabilità e ai superstiti ad esclusione della pensione di invalidità, senza alcun onere a carico [...]

Un professionista (nel caso specifico un ingegnere o un architetto), inquadrato come lavoratore dipendente, svolge anche un’attività libero professionale per la quale già versa il contributo integrativo ad INARCASSA , deve anche versare i contributi alla gestione separata dell’INPS?    A questo quesito ha risposto la Corte Cassazione con l’Ordinanza n. 23040/2019, depositata il 16 settembre 2019.    Il [...]

La deducibilità dei contributi previdenziali, cioè la possibilità di abbattere il reddito imponibile sottraendo i contributi versati, prescinde dal regime fiscale.   Alcuni regimi fiscali agevolati (come il forfettario) non consentono la deduzione delle spese professionali. Questo porta erroneamente a ritenere che i contributi previdenziali non possano essere dedotti. Un errore in cui purtroppo incorrono anche [...]

Il decreto legge n. 4/2019 ha introdotto anche misure importanti per migliorare la propria pensione futura anche in considerazione del mutato cambiamento del mercato del lavoro con contratti sempre più brevi, a tempo determinato e, di conseguenza, con ampi vuoti contributivi.   La nuova disposizione consente di rendere utile ai fini della pensione a un [...]

I chiarimenti Inps sul regime prescrizionale. Se non chiesti a rimborso dal datore di lavoro, nel termine decennale di prescrizione, restano nelle casse dell’Inps senza avere alcun effetto ai fini pensionistici dei lavoratori per i quali sono stati versati.   I datori di lavoro che abbiano versato contributi in misura eccedente il massimale contributivo possono chiedere [...]

Con riferimento allo svolgimento di attività lavorativa nella società da parte dei soci è necessario soffermarsi sugli aspetti previdenziali e sulla questione legata alla doppia contribuzione. Il socio che esercita, infatti, attività in forma di impresa contemporaneamente all’esercizio di attività autonoma è tenuto a versare i contributi alla Gestione Separata INPS sul reddito da lavoro [...]

I lavoratori che si sono trovati a dovere interrompere o sospendere temporaneamente il proprio lavoro possono comunque colmare il vuoto contributivo mediante i contributi volontari INPS.Cosa sono? Da chi possono essere utilizzati? Per quali periodi posso fruire della contribuzione volontaria?   Che cosa sono?   I contributi volontari sono dei versamenti effettuati da chi ha [...]

1 2 3 4