Approfondimenti

Molto spesso di tende a confondere quello che è l’assegno di invalidità o la pensione di inabilità (prestazioni previdenziali) con l’assegno o pensione di invalidità civile (prestazioni assistenziali). Vediamo quindi di fare chiarezza su questo argomento.   Allo scopo di tutelare il diritto al mantenimento e all’assistenza sociale dei cittadini residenti in Italia resi parzialmente [...]

L’uscita del Regno Unito dall’Europa rende incerto l’utilizzo dei contributi versati dopo il 31 dicembre 2020. I dettagli in un documento dell’Istituto di Previdenza.   I contributi versati nel Regno unito sino al 31 dicembre 2020 da cittadini Italiani, comunitari o appartenenti allo spazio economico europeo SEE potranno continuare ad essere utilizzati sia per il [...]

Il trattamento di fine rapporto è una “retribuzione differita” che viene liquidata dal datore di lavoro al termine del rapporto lavorativo (pensionamento, licenziamento, dimissioni, morte). Il TFR accantonato ogni anno è pari al 6,91% della retribuzione annua lorda e viene, al 31 dicembre di ciascun anno, rivalutato in base ad una percentuale fissa, l’1,5%, più [...]

  Si parla tanto in questo periodo di emergenza sanitaria, di interventi per sostenere l’economia e le imprese ma non si sente una parola sulle conseguenze per le future pensioni.   Il sistema previdenziale obbligatorio opera su base contributiva e si fonda sul cosiddetto patto generazionale.  Dopo la riforma Fornero il regime di calcolo è [...]

Sicuramente la professione medica è la più complessa da un punto di vista pensionistico. Il medico può essere dipendente, docente universitario, libero professionista in convenzione o meno con il servizio sanitario nazionale. In funzione della tipologia di attività svolta la previdenza del medico è garantita da gestioni differenti, vediamo di fare un po’ di chiarezza. [...]

Le prestazioni di invalidità e inabilità, nelle gestioni INPS, richiedono sempre due requisiti specifici:   requisito sanitario   per l’assegno ordinario di invalidità la perdita di almeno due terzi della capacità a svolgere il proprio lavoro e per la pensione di inabilità la perdita totale a svolgere qualsiasi attività (questo è il motivo per cui [...]

La rendita vitalizia ottenuta da una polizza vita stipulata successivamente al 31 dicembre 2000 è esente da tassazione, mentre quella derivante da una forma di previdenza complementare è soggetta ad un’imposta sostitutiva variabile da un massimo del 15 per cento a un minimo del 9 per cento in funzione degli anni di adesione superiori al [...]

Il sistema italiano di previdenza complementare si caratterizza per la quasi totale assenza di prestazioni in forma di rendita, indice di un distorto funzionamento del sistema previdenziale.   E’ del tutto evidente che un insieme di regole finalizzate a fronteggiare esigenze di sopravvivenza nell’età post lavorativa dovrebbe portare a un equilibrato sbocco verso forme di [...]

Riceviamo tante domande su come si determina l’importo che è possibile riscattare sotto forma di capitale da una forma di previdenza complementare e per questo abbiamo deciso di fare un po di chiarezza in materia.   Iniziamo da cosa dice la normativa: è possibile richiedere il riscatto sotto forma di capitale entro il limite del [...]

1 2 3 27 28