Approfondimenti

Il lavoratore che cessa o interrompe l’attività lavorativa, per aumentare l’anzianità contributiva ai fini della pensione, può chiedere di versare la contribuzione volontaria, presentando apposita domanda all’Ente previdenziale d’iscrizione.RequisitiPer essere ammessi alla contribuzione volontaria è necessario possedere il seguente requisito contributivo:almeno tre anni di contribuzione nel quinquennio precedente la domanda;in alternativa:almeno cinque anni di contribuzione in [...]

La riforma del 2011 ha confermato la disciplina dei requisiti anagrafici agli incrementi della speranza di vita per il diritto alla pensione di vecchiaia introdotti dalla legge n. 122/2010.Il D.M. del 6 dicembre 2011 ha fissato l’incremento di 3 mesi dei requisiti a partire dal 1° gennaio 2013. Gli adeguamenti successivi saranno nel 2016 e [...]

La legge 5 marzo 1990, n. 45, ha introdotto la possibilità di ricongiungere le posizioni assicurative in essere presso l’INPS, o in forme di previdenza sostitutive,m con quelle in essere presso le varie Casse di previdenza dei liberi professionisti. Destinatari della legge sono tra gli altri: a) dipendenti, pubblici o privati, nonché lavoratori autonomi che [...]

Ci sono essenzialmente due modalità per investire il proprio risparmio: l’investimento in un’unica soluzione (il cosiddetto PIC) i il versamento a rate periodiche (piano di accumulo, in sigla PAC). In quest’articolo ci occuperemo della seconda tipologia di investimento, il PAC.CaratteristicheQuando si decide di investire in un PAC ci sono alcune scelte da dover fare:la tipologia [...]

Con la circolare n. 70 del 18 dicembre 2007 l’Agenzia delle Entrate ha reso noto il proprio orientamento in merito al regime fiscale applicabile alle prestazioni erogate dalle forme di previdenza complementare, sia sotto forma di capitale che di rendita. Infatti, se da una parte, per gli aderenti dall’1/1/2007, la tassazione applicabile sembrava chiara e [...]

Da un punto di vista dei costi, i prodotti della previdenza complementare rappresentano ancora una “giungla” per il risparmiatore perché differenziati in funzione di numerose variabili spesso non di semplice comprensione. Per contribuire all’accrescimento dell’informazione e della trasparenza delle condizioni contrattuali delle forme pensionistiche complementari è stato introdotto un indice di comparazione che, almeno sulla [...]

Nel nostro Paese le polizze che rimborsano le spese sostenute a causa di malattia o infortunio, rappresentano una fetta davvero ridotta del mercato assicurativo. La percentuale di famiglie che hanno acquistato almeno una polizza malattia e/o infortuni è di poco superiore al 5%, in sostanza 1,6 milioni di nuclei familiari su un totale di 24,5 [...]

Fino al 30 giugno 2018 i lavoratori dipendenti del settore privato, occupati da almeno 6 mesi, possono chiedere, in qualsiasi momento che l’importo equivalente al TFR sia inserito mensilmente in busta paga, prendendo la denominazione di “quota integrativa della retribuzione” (Quir). Sono esclusi da questa possibilità colf, badanti, lavoratori agricoli, dipendenti da aziende sottoposte a [...]

Gli iscritti alla Gestione Separata INPS possono tirare un sospiro di sollievo: per il 2015 niente aumento delle aliquote contributive, mentre gli aumenti che scatteranno nei prossimi due anni, fino al 2017, sono meno consistenti del previsto. Si tratta di una delle novità per professionisti e autonomi inserite nel Milleproroghe.Vediamo esattamente cosa succede alle aliquote [...]

La Gestione Separata è il fondo pensionistico obbligatorio nato nel 1995 con la riforma Dini (legge 335/1995), a cui sono iscritti coloro che svolgono un’attività di lavoro autonomo sino a quel momento esclusi da altri obblighi previdenziali. Ad oggi risultano iscritti più di un milione di lavoratori, di cui oltre 350 mila professionisti con partita [...]

1 2 10 11 12 13